Il fiume Breggia

 

Il Parco deve il suo nome e la sua esistenza all'azione erosiva e modellatrice dell'omonimo fiume, che ha profondamente scavato la serie sedimentaria giurassico-terziaria delle Gole. La Breggia, o «Brengia», nasce sul Monte Generoso a quota 1700 m slm e dopo avere percorso 10 km su territorio elvetico, fra cui l'intera Valle di Muggio e 2 km su quello italiano (provincia di Como), sfocia nel Lago di Como presso Cernobbio (Italia). A causa della natura carsica del suo bacino di alimentazione, ricco di grotte, cavità e sorgenti sotterranee, la Breggia è un fiume a carattere torrentizio. Per la maggior parte dell'anno la portata del corso d'acqua è inferiore 1 m3/s, ma dopo precipitazioni prolungate e abbondanti può superare 20 m3/s.

Nel passato le acque del torrente fornivano la forza motrice a parecchi mulini e a piccole attività artigianali ubicate lungo il suo corso, ma dopo la seconda Guerra Mondiale e gli interventi di deviazione nel tratto inferiore, eseguiti negli anni '60 e '70 del secolo scorso, l'importanza della Breggia è sensibilmente diminuita.

I dati morfometrici principali del bacino sono i seguenti:

  • Area del bacino 47.4 km2
  • Lunghezza del bacino 12 km
  • Altezza massima 1701 m slm

Statistica delle portate del fiume Breggia (frequenza di classi di portate) e la stazione idrometrica federale al Ponte della Polenta a Morbio Inferiore, quota 255 m slm (immagine BAFU).

Per maggiori informazioni -> Ufficio federale dell'ambiente UFAM

 

 

 

 

 

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer