La flora

 

 
Dal punto di vista floristico il Parco si trova incluso nella zona di rilevamento no. 857 (Mendrisiotto) della Cartografia della Flora della Svizzera, che in base all’aggiornamento del 2000 presenta 686 diverse entità tassonomiche a livello di specie e aggregati di specie. Questo valore, considerando che l’area di rilevamento ha un’escursione altitudinale di poco più di 300 m, può essere rtenuto come molto importante.

Un rilevamento floristico della vegetazione erbacea eseguito nel 1985 ha messo in evidenza la presenza di aggruppameni vegetali riferibili ai seguenti ambienti: palude, prato pingue, prato pingue con specie indicatrici di prato secco, prato pingue con specie indicatrici di prato secco e di ambiente nitrofilo (ricco di azoto) o ruderale, prato secco e ambienti a vegetazione nitrofila o a vegetazione ruderale. I prati pingui sono di gran lunga le compagini erbacee più frequenti e più estese, mentre i prati secchi propriamente detti sono rari (solo una superficie); la vegetazione ruderale o nitrofila forma per lo più aggrupparnento esigui e isolati ma frequenti; la vegetazione palustre presenta rari aggruppamenti a composizione floristica frammentaria.

Le specie arboree dominanti sono il Frassino (Fraxinus excelsior) nella fascia inferiore dei versanti della valle principale e delle vallette laterali, e il Carpinello (Ostrya carpinifolia) che si mette in evidenza nella fascia superiore. Nelle zone dove la vegetazione originaria è stata alterata domina la Robinia (Robinia pseudoacacia). Le altre specie, come il Castagno, il Bagolaro, l'Orniello, il Pioppo nero e gli Aceri, diventano codominanti, rispetto al Frassino o al Carpinello, a seconda delle condizioni di ciascuna stazione (qualità del terreno, microclima).
 
Tra il 1998 e il 2007 è stata eseguita una ricerca  dettagliata delle specie vegetali presenti nel Parco. L’identificazione e la denominazione è stata fatta in base a Flora Helvetica. Sono state rinvenute 542 specie di 100 famiglie, di cui 7 (con 16 specie) appartenenti alla divisione delle Pteridophyta (felci), 2 delle Pinophyta (conifere) e 91 delle Magnoliophyta (o angiosperme, piante con semi avvolti da un frutto). Tra le Magnoliophyta, 78 famiglie appartengono alla classe Magnoliopsida (Dicotiledoni) e 13 alla classe Liliopsida (Monocotiledoni). Sono state trovate 12 famiglie con 10 o più specie ciascuna, per un totale di oltre 300 specie. In ordine decrescente sono (il numero di specie tra parentesi): Poaceae (53), Asteraceae (48), Fabaceae (33), Caryophyllaceae (26), Brassicaceae (23), Rosaceae (23), Lamiaceae (22), Scrophulariaceae (20), Ranunculaceae (14), Cyperaceae (14), Polygonaceae (13) e Apiaceae (13). L’elevato numero di specie presenti denota la gran varietà di ambienti presenti e ben 88 specie appartengono alla Lista Rossa delle piante minacciate. Un catalogo delle specie e un erbario contenente un centinaio di esemplari di fiori ed erbe sono a disposizione al Centro di documentazione del Parco.
 
Nel 2006 è stato fatto un rilevamento specifico delle Bryophyta (muschi) in 26 stazioni di campionamento. Sono state identificate 96 specie di cui 82 muschi e 14 epatiche (che presentano delle lamine simili a foglioline senza nervature).

Nel Parco delle Gole della Breggia sono state rinvenute 14 specie di felci vere e proprie e 2 equiseti. In particolare due specie sono presenti in gran numero: la Scolopendria comune (Phyllitis scolopendrium) e il Polistico setifero (Polystichum setiferum), spesso in associazione con la Scolopendria, mentre è pure piuttosto frequente il Capelvenere (Adiantum capillus-veneris).

Una breve ricerca dei licheni nel Parco ha portato al ritrovamento di 66 esemplari diversi. Due sono rimasti senza nome, mentre i 64 rimanenti rappresentano 19 generi e 34 specie. Con 6 specie, il genere maggiormente rappresentato è Caloplaca. Seguono Verrucaria, Collema, Physcia, Lepraria e gli altri. 17 specie crescono su roccia, 16 su corteccia vegetale e 1 su ferro.

(2012)

-> Particolarità floristiche

Bibliografia (in preparazione)

AllegatoDimensione
Elenco specie floristiche del Parco.pdf305.25 KB

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer