Il Ponte del Farügin

Il Ponte del Farügin è forse il più antico di quelli che si trovao all’interno del Parco. In una pergamena del 1426 conservata presso l’Archivio di Stato è citato il toponimo “al Ponte” che starebbe a indicare proprio questo manufatto. Inoltre, l’importanza del tracciato storico che da Morbio Superiore portava a Castel San Pietro e viceversa, è attestato nel '500 come unico punto di attraversamento del fiume.

Il ponte del Farügin è collocato presso il Buzún dal Diávul, proprio sotto la collina di S. Pietro, in una zona impervia e franosa e domina, a circa 35 metri sopra il fiume, la parte più stretta delle Gole della Breggia.
Pare che il nome gli sia stato affibbiato a causa della presenza in zona di una bolla d’acqua, che «fa ruggine». Il ponte è stato totalmente ricostruito nel 2000. La nuova realizzazione è una struttura in legno sospesa che poggia sulle antiche spalle in pietra, probabilmente appartenenti alla struttura originaria. Prima della ricostruzione del ponte è stato possibile rilevare e disegnare parte dell’antica strada selciata che, proprio grazie all’antico ponte, conduceva alla Chiesa Rossa di Castel San Pietro. Sul lato sinistro del selciato è stata rilevata anche una guardiola. Da sottolineare che questo tracciato è considerato di importanza nazionale nell’Inventario federale delle vie di comunicazione storiche della Svizzera.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tre immagini del nuovo ponte in legno del Farügin, costruito nel 2000.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

Theme by Danetsoft and Danang Probo Sayekti inspired by Maksimer